Quali sono le differenze tra BioLogos e l’Evoluzionismo, il Disegno Intelligente ed il Creazionismo?

Image for: Quali sono le differenze tra BioLogos e l’Evoluzionismo, il Disegno Intelligente ed il Creazionismo?

In Breve

Noi di BioLogos crediamo che Dio abbia usato il processo evolutivo per creare tutte le forme di vita presenti oggi sulla Terra. Mentre da un lato accettiamo la scienza dell’evoluzione, rifiutiamo nettamente l’evoluzionismo.  L’evoluzionismo è una visione atea del mondo ed afferma che la vita si è sviluppata senza Dio, senza un fine e senza intenzionalità. Al contrario, noi siamo d’accordo con i Cristiani che, aderendo al Disegno Intelligente e al Creazionismo, affermano che il Dio della Bibbia ha creato l’universo e tutte le forme di vita. I Cristiani sono però in disaccordo su come Dio ha creato. I Creazionisti della Terra Giovane credono che Dio abbia espletato la sua azione creatrice tra i 6.000 e i 10.000 anni fa e sono in disaccordo con gran parte della scienza tradizionale. I sostenitori del Disegno Intelligente accettano gran parte della scienza dell’evoluzione, ma sostengono che alcune caratteristiche della vita siano meglio spiegate dall’intervento diretto di una entità intelligente, piuttosto che da un normale e regolare modo di operare da parte di Dio tramite i processi naturali. Noi di BioLogos siamo d’accordo con il moderno consenso scientifico riguardo all’età  della Terra e dello sviluppo evolutivo di tutte le specie, vedendo queste come descrizioni di come Dio ha creato. Il termine BioLogos deriva dalle parole bios (vita) e logos (parola), e si riferisce all’inizio del Vangelo secondo Giovanni: “Nel principio c’era la Parola, e la Parola era presso Dio, e la Parola era Dio. Essa era nel principio con Dio. Per mezzo di lei tutte le cose sono state fatte”.

In Dettaglio

La Visione di BioLogos

La visione di BioLogos asserisce che sia le Sacre Scritture, sia la scienza moderna rivelano la Verità, e che queste due verità non sono in contraddizione l’una con l’altra. Mentre da un lato ci sono differenti visioni all’interno della comunità di BioLogos su come riconciliare le verità della scienza con le verità delle Sacre Scritture per quanto riguarda alcuni argomenti specifici (ad esempio in relazione alla storicità della figura di Adamo1), crediamo concordemente che la Bibbia sia la Parola di Dio, autorevole e divinamente inspirata. BioLogos accetta il moderno consenso scientifico sull’età della Terra e la teoria del progenitore comune, incluso il progenitore comune degli esseri umani.

Evoluzionismo

Mentre da un lato BioLogos accetta l’evoluzione, dall’altro rifiuta totalmente l’Evoluzionismo, ovvero la visione atea del mondo che così spesso accompagna l’accettazione dell’evoluzione biologica nei discorsi pubblici. Coloro che propongono l’Evoluzionismo credono che ogni aspetto della vita sarà un giorno spiegato tramite la teoria dell’evoluzione. In questo modo L’Evoluzionismo è un sottocaso dello scientismo, una più ampia visione secondo la quale l’unica reale verità è quella che può essere scoperta dalla scienza. Sono queste le posizioni tenute comunemente dai materialisti (anche chiamati naturalisti filosofici) che negano l’esistenza del sovrannaturale.

La visione di BioLogos celebra Dio come il Creatore. Qualche volta viene chiamata Evoluzione Teistica o Creazione Evolutiva. Il Teismo è il credere in un Dio a cui sta a cuore il creato e che interagisce con esso. Il Teismo è diverso dal deismo, che indica la convinzione dell’esistenza di un creatore distante e non direttamente coinvolto con l’universo, che spesso è poco più della somma totale delle leggi della fisica. L’Evoluzione Teistica, perciò, è la convinzione che l’evoluzione sia il mezzo con cui Dio ha creato la vita.

Poiché il termine evoluzione è talvolta associato all’ateismo, un termine che meglio descrive il credere in un Dio che ha scelto di creare il mondo per mezzo dell’evoluzione è BioLogos. BioLogos deriva dalle parole greche bios (vita) e logos (parola), riferendosi a Giovanni 1:1: “Nel principio c’era la Parola, e la Parola era presso Dio, e la Parola era Dio”.

Disegno Intelligente

Al contrario di alcune interpretazioni, il Disegno Intelligente (o ID, dall’inglese Intelligent Design) non fa nessuna specifica affermazione teologica. Al contrario, coloro che propongono l’ID argomentano che “determinate caratteristiche dell’universo e degli esseri viventi sono meglio spiegate da una causa intelligente, piuttosto che da un processo indiretto come la selezione naturale”2, e che l’esistenza di questa causa intelligente è una ipotesi scientificamente testabile. Inoltre, i teorici del Disegno Intelligente tentano di dimostrare che una causa intelligente è la migliore spiegazione di certi fenomeni come i sistemi irriducibilmente complessi (ad esempio i “flagelli” batterici) le specifiche e complesse informazioni contenute nel DNA.

Anche coloro che supportano la visione di BioLogos credono in una causa intelligente. L’universo e tutto ciò che contiene è stato creato ed è sostenuto e governato da Dio:

…in [Cristo] tutte le cose del Cielo e della Terra sono state create, visibili e invisibili …tutte le cose sono state create tramite Lui e da Lui. Egli stesso è prima di tutte le cose e in Lui tutte le cose sono tenute insieme. (Col 1:16,17 NRSV).

BioLogos si differenzia dal movimento del Disegno Intelligente nel senso che noi non abbiamo problemi nel riconoscere la scienza moderna tradizionale. La selezione naturale come descritta da Charles Darwin non è contraria al teismo. Similmente, siamo più che soddisfatti di come la biologia evoluzionista ci informa riguardo al meccanismo di creazione, con la piena consapevolezza che tutto ciò che succede ed è successo capita ed è capitato attraverso l’azione di Dio. Celebriamo la creazione come completamente generata da Dio. Ci meravigliamo della sua bellezza e siamo grati di avere il privilegio di sperimentare la creazione stessa.

BioLogos celebra la realtà dei miracoli, inclusi i miracoli delle Sacre Scritture, ma anche quelli che sperimentiamo nel mondo dei giorni nostri attraverso le preghiere a cui Dio dà ascolto e attraverso l’azione dello Spirito Santo nelle nostre vite. D’altra parte, la dimostrazione di tali azioni sovrannaturali nella storia del mondo è, noi pensiamo, improbabile da provare scientificamente. Ricapitolando, BioLogos differisce dal movimento del Disegno Intelligente in tre aspetti:

  1. Siamo scettici riguardo alla possibilità della scienza biologica di provare l’esistenza di un “Disegnatore” intelligente (che noi riteniamo essere il Dio della Bibbia), mentre i sostenitori dell’ID ne sono confidenti
  2. Troviamo non convincenti quei tentativi dei teorici del Disegno Intelligente di dimostrare scientificamente le azioni sovrannaturali operate da Dio nella storia naturale, mentre i sostenitori dell’ID credono di averlo già sufficientemente dimostrato
  3. Non troviamo nessun motivo biblico per vedere i processi naturali (inclusa la selezione naturale) come qualcosa che ha rimosso Dio dal processo della creazione. E’ tutta una Sua opera ed è tutta stata intelligentemente predefinita. Coloro che credono nel movimento ID per la maggior parte rigettano tutte o alcune delle più importanti conclusioni della teoria dell’evoluzione.

Creazionismo

BioLogos afferma che la Terra e l’universo sono stati creati.

Il Creazionismo, generalmente, si riferisce al credere che la vita sulla Terra è il risultato di un intervento sovrannaturale diretto, concordemente con una interpretazione altamente letterale della Genesi 1-3. Ci sono due correnti principali di Creazionisti, coloro che credono che la Terra sia giovane e coloro che credono che sia antica.

I Creazionisti della Terra Giovane (anche denominati YECs, dall’inglese Young Earth Creationists) ritengono che la Terra abbia dai 6.000 ai 10.000 anni, un quadro derivato dalle genealogie presenti nella Bibbia. Gli YECs credono che il modo più fedele di leggere le Sacre Scritture sia sotto la prospettiva di una creazione durata letteralmente 6 giorni, come descritta nel primo capitolo della Genesi, e inoltre credono letteralmente che una alluvione mondiale, come descritta nella Genesi 6-9, sia stata responsabile dell’aspetto geologico della Terra e della presenza di testimonianze fossili. I sostenitori del Creazionismo della Terra Giovane respingono inoltre l’esistenza di un progenitore comune di tutte le specie e credono che la vita sia stata creata, come essa appare ora, da una azione sovrannaturale. Considerano la “macro-evoluzione” (distinta dalla “micro-evoluzione” intraspecifica) come incompatibile con le Sacre Scritture e alcuni addirittura argomentano che si tratta di una minaccia diretta alla Cristianità.

BioLogos non è d’accordo con il punto di vista dei Creazionisti della Terra Giovane. Questa visione infatti rifiuta le scoperte di quasi tutte le discipline della scienza moderna per arrivare alle sue conclusioni e trascura la rivelazione del magnifico lavoro di creazione da parte di Dio, rivelazione che ci viene donata dalla scienza. Noi riteniamo inoltre che il punto di vista degli YECs nasce da una particolare interpretazione della Genesi, che non tiene conto del complesso contesto culturale e teologico nel quale è stata scritta.

I Creazionisti della Terra Vecchia (anche denominati OECs, dall’inglese Old Earth Creationists) accettano che la Terra e l’universo abbiano miliardi di anni di vita, ma ritengono che questa scoperta sia concorde con una interpretazione alla lettera del primo capitolo della Genesi (spesso interpretando i giorni di creazione come lunghi periodi di tempo oppure immaginando lunghi momenti di pausa tra un giorno della creazione e l’altro). Gli OECs ritengono che la scienza moderna corrisponda strettamente alla narrazione biblica e difendono l’idea che Dio abbia incluso le moderne idee scientifiche nella Bibbia, talvolta attraverso un linguaggio segreto che sarebbe andato perso a causa della audience delle origini. I sostenitori del Creazionismo della Terra Vecchia non accettano la macro-evoluzione ed un comune progenitore per tutte le forme viventi.

BioLogos è in disaccordo con il punto di vista dei Creazionisti della Terra Vecchia. Mentre tale visione da un lato accetta il consenso scientifico riguardo all’idea di una Terra molto antica, dall’altro rigetta i ritrovamenti della genetica moderna, della paleontologia, della biologia dello sviluppo, della biologia dell’evoluzione e di molte altre sotto-discipline biologiche che hanno poco senso se considerate in modo separato dalla macro-evoluzione e dalla teoria del progenitore comune. Inoltre noi crediamo che Dio ha scelto di rivelare se stesso nel contesto della visione del mondo, della cultura e del linguaggio degli autori della Bibbia.

In che cosa i Cristiani sono d’accordo

Nonostante queste differenze, tutti i Cristiani sono d’accordo che il Dio della Bibbia è il Creatore del cielo e della Terra. Siamo d’accordo nell’autorità della Bibbia, anche se siamo in disaccordo su quale sia la migliore interpretazione di alcuni passaggi particolari. Siamo d’accordo nel credere che Dio sia continuamente attivo nel suo sovrano governo dell’universo, anche se siamo in disaccordo su quanto Dio agisca attraverso le leggi naturali piuttosto che tramite miracoli. Siamo uniti nel rifiutare l’Evoluzionismo, anche se abbiamo diverse argomentazioni alla base di tale rifiuto (alcuni rigettano la scienza dell’evoluzione, mentre BioLogos rifiuta il velo di ateismo posto sulla scienza). Siamo concordi sui fondamenti della nostra fede: che tutte le persone hanno peccato e che la salvezza viene solo attraverso la morte e resurrezione di Gesù Cristo. Siamo d’accordo nel ritenere che il Dio della nostra salvezza sia lo stesso Dio che vediamo nelle meraviglie della sua creazione. Quando contempliamo la complessità insita nel DNA, la bellezza di un delfino o la vastità della Via Lattea, possiamo unire i nostri cuori in una accorata lode per il divino Artista che tutto ha creato.

Further Reading

From BioLogos

  • Our “About Us” page, which lists what we believe, who we are, what we do, and why it matters (Webpage)
  • More questions and answers from BioLogos on topics raised above (Webpage)
  • Our Perspectives page, which lists individuals, organizations, and books associated with each of the major views referred to above (Webpage)
  • Giberson, Karl and Francis Collins. The Language of Science and Faith. Downers Grove, IL: InterVarsity Press, 2011. (Book Info)
  • Louis, Ard. “How Does the BioLogos Model Need to Address Concerns Christians Have About the Implications of its Science?” BioLogos, 2010. (PDF)

Recommended External Resources

  • American Scientific Affiliation. General Statement on Creation. 2000. This is a clear short summary of the major views referred to above. (Webpage)
  • Haarsma, Deborah and Loren. Origins: Christian Perspectives on Creation, Evolution, and Intelligent Design. Grand Rapids, MI: Faith Alive Christian Resources, 2011. An even-handed book explaining the major views referred to above, discussing the strengths and weaknesses of each. (Book Info)

Notes

  1. See answers to questions about The First Humans (Webpage), and an article by Denis Alexander, “How Does a BioLogos Model Need to Address the Theological Issues Associated with an Adam Who Was Not the Sole Genetic Progenitor of Humankind?” BioLogos, Dec 2010 (PDF)
  2. “Top Questions” The Center for Science and Culture at the Discovery Institute (Webpage)

Il traduttore (About the Translator)

Corrado Ghinamo vive a Boves, Italia. Laureato al Politecnico di Torino, è dottore in ingegneria elettronica. Lavora per una ditta internazionale, in qualità di responsabile dello sviluppo organizzativo. La sua passione per la fisica, per l’astronomia e per le scienze naturali, insieme alla sua fede cristiana, lo hanno portato a scrivere e pubblicare alcuni libri in Italia. Il suo nuovo libro su scienza e fede, The Beautiful Scientist, già pubblicato in Italia con il nome “Il Creatore”, sarà pubblicato negli Stati Uniti all’inizio del 2013.

Corrado Ghinamo lives in Boves, Italy. He received a doctor’s degree in electronic engineering from the Polytechnic University of Turin. He works for an international company as the organizational development manager. His passion for physics, astronomy and natural sciences, together with his Christian faith, led him to become a published author in Italy. His new book about science and faith—The Beautiful Scientist—will be published also in the USA, at the beginning of 2013.